Che cosa è e come si usa la sega circolare combinata: info e istruzioni

Quella della lavorazione del legno, per creare elementi di arredo o accessori, è una passione che accomuna non pochi individui, i quali trovano estremamente affascinante e gratificante assistere ad una creazione personale, che vede qualcosa realizzato con le proprie mani “prendere vita” a seguito del lavoro effettuato. Lavoro che, ovviamente, necessita di appositi strumenti o macchinari, primi tra tutti la sega da banco, per eseguire tagli dritti e lunghi, e la troncatrice per legno, per quelli invece dritti e diagonali. Più nel dettaglio, la sega da banco – utilizzata per lavorare legno, ma anche metallo o plastica – si caratterizza per la presenza del piano di lavoro, o tavolo, da appoggiare o fissare al banco, e di una lama circolare collocata al di sotto del tavolo stesso e regolabile in altezza: il legno viene quindi fatto scorrere, orizzontalmente, sulla superficie di appoggio e poi tagliato in due parti.

La troncatrice per legno invece – adoperata talora anche per lavorare sottili lamine di metallo – può essere manuale, per piccoli progetti, o elettrica, per lavori più impegnativi, quali la posa del parquet. E se si avessero entrambi gli apparecchi, in un’unica soluzione, senza dover rinunciare all’uno o all’altro? Proprio così: grazie alla sega circolare combinata – che costituisce l’oggetto della nostra trattazione – ciò è possibile, perché essa unisce diversi attrezzi in una sola macchina, essendo adoperata per la realizzazione di lavori di segatura, fresatura, spianatura e piallatura. Scopriamo più nel dettaglio di cosa si tratta.

Perché scegliere una sega circolare combinata

Come or ora anticipato, sega da banco e troncatrice per legno costituiscono due delle più comuni attrezzature utilizzate dagli appassionati del fai da te, per la creazione di piccoli mobili o suppellettili varie, che vanno ad impreziosire la propria dimora. Qualche utente, tuttavia, pur desiderandolo, potrebbe non avere la possibilità – economica o legata agli spazi esigui a propria disposizione – di disporre di entrambe. Situazione in cui la sega circolare combinata manifesta tutta la sua utilità, dal momento che “integra” tanti attrezzi in una sola macchina: nella parte superiore del dispositivo, infatti, è presente un secondo piano di lavoro, da cui sporge una piccola parte di lama. E nel momento in cui il gruppo lama-motore si abbassa, può essere tranquillamente adoperato il secondo piano di lavoro, per i tagli che necessitano in maniera specifica della sega circolare.

Innegabili, pertanto, i vantaggi derivanti dall’acquisto di una sega circolare combinata (anche detta troncatrice combinata). Innanzitutto quello del risparmio economico, poiché essa offre una duplice modalità d’uso ad un costo pari o di poco maggiore a quello della “tradizionale” troncatrice radiale, rivelandosi, per ciò stesso, estremamente versatile; e poi quello dello scarso ingombro, un fattore, questo, di grande utilità per chi non può usufruire di ampi spazi. Senza trascurare poi la possibilità, di alcuni modelli, di essere spostati, o trasportati, qualora occorresse: alcune seghe circolari combinate, infatti, vanno usate in una situazione “fissa”, per via della loro pesantezza, altre, invece, sono concepite proprio per essere mosse da un luogo all’altro.

Caratteristiche principali

Grazie ai tanti attrezzi che “raccoglie” al suo interno, la sega circolare combinata permette di eseguire diversi tipi di lavoro pure laddove gli spazi siano contenuti. Un motore attiva la cinghia, la quale a sua volta avvia gli attrezzi, che funzionano tramite la regolazione della cinghia stessa. Le lavorazioni possibili vanno da 2 a 6 (o anche di più): con i dispositivi contemplanti 3 funzioni è possibile segare, fresare e piallare, con quelli che ne prevedono 6 è possibile invece anche fare le funzioni di una tenonatrice.

Di pari passo con il numero di funzioni è il peso, di circa 50 kg in una sega circolare combinata piccola, più di una tonnellata in una di grandi dimensioni. Una macchina a 3 lavorazioni dispone solitamente di uno o due motori, mentre una a 6 lavorazioni è fornita di tre motori. Si sottolinea, al riguardo, che sono due le versioni di motori disponibili: monofase o trifase. La scelta, tra le diverse opzioni di apparecchi disponibili in commercio, è strettamente legata alle esigenze personali, e, sul punto, il consiglio è quello di non eccedere con le funzioni se l’utilizzo della macchina in oggetto è “circoscritto” solo ad alcune lavorazioni, come ad esempio la piallatura delle porte.

Per quanto concerne l’aspetto relativo alla potenza, quest’ultima è compresa tra 1000 W e più di 3000 W: anche in questo caso ci si indirizzerà verso una maggiore o minore potenza in base a quelli che sono i propri bisogni di lavorazione. Importante mettere in evidenza che più elevata è la potenza, più agevolmente sarà possibile tagliare legni duri, o sezioni di tutto rispetto. Le guide di taglio regolabili, poi, faciliteranno la massima precisione, mentre la partenza soft garantirà il totale controllo sul dispositivo, ed il blocco interruttore consentirà di sostituire senza problemi le lame. E per quanto concerne i dispositivi di sicurezza, il maggior numero di apparecchi di questa tipologia è dotato di un pulsante di emergenza a fungo.

Funzioni

Sono diverse le funzioni riscontrabili in una sega circolare combinata, da “dividere” in quelle che possono essere utili per un utilizzo convenzionale oppure professionale. Tra le prime, citiamo la piallatura a filo e a spessore, rispettivamente destinate a rendere piano il primo “lato” di una tavola di legno “naturale”, ed a piallare detta tavola allo spessore che si desidera, in seguito all’operazione di piallatura a filo. Tra le funzioni occorrenti a livello professionale, segnaliamo invece la mortasatrice, per i montaggi in serie, e la sega circolare con incisore, per il taglio rifinito di pannelli in melaminico ad esempio.

Materiali ed accessori

Una nota va ai materiali di realizzazione e agli accessori che possono completare e contribuire a migliorare l’utilizzo della sega circolare combinata.

In merito al primo punto, la superficie del macchinario può essere in alluminio pressofuso, di maggiore leggerezza ma anche di maggiore fragilità, ed in ghisa, più solida ma da non preferire qualora si intenda spostare di frequente il proprio apparecchio. Un piano anodizzato è un piano resistente ad usura o deterioramento. Per quanto riguarda invece gli accessori, possono agevolare l’uso della macchina in esame, a titolo esemplificativo, un kit di coltelli per la fresatrice, tramite cui lavorare forme curve, oppure un dispositivo di spostamento, di grande aiuto e praticità per gli spostamenti della macchina stessa.

Prezzi e marche specializzate

L’acquisto di una sega circolare combinata non è agevole, specie per chi è alle prime armi. Il suggerimento, al riguardo, è quello di non perdere di vista l’obiettivo finale, ovvero la tipologia di lavorazione a cui si è interessati, dunque il progetto previsto: un apparecchio che combini 3 lavorazioni, ad esempio, si rivelerà la scelta ottimale per un falegname oppure per lavori occasionali. Non è il caso – come precedentemente sottolineato – optare per un macchinario che sia “troppo” per ciò che effettivamente occorre.

Ed i costi? Quali sono? A livello indicativo si parte da circa 500 Euro per arrivare a cifre ben superiori a 1000 Euro. Anche in questo caso ci si muoverà in base alle proprie esigenze ed al budget di cui si dispone. Bosch, Compa e Makita, sono invece alcuni suggerimenti per un buon acquisto.

Creativa e fantasiosa, ma anche riflessiva e determinata. Laureata in Giurisprudenza “atipica”, seguo e coltivo i miei sogni e le mie effettive ambizioni, emersi preponderatamente. Appassionata di scrittura e “curiosa” di ogni piccola grande novità tecnologica – così come  degli articoli di utilizzo quotidiano – fornisco agli utenti utili consigli in merito a prodotti che possono semplificare, migliorandola, la vita di tutti i giorni. Per un aiuto in quella che è la scelta più rispondente alle proprie esigenze.

Back to top
menu
Migliore Sega Circolare