Criteri di scelta di una sega circolare con accessori: cosa valutare? Consigli, caratteristiche prodotti, accessori, prezzi

È uno strumento essenziale sia a livello lavorativo che hobbistico, quando sorge l’esigenza di tagliare in modo rapido e preciso il legno, la plastica o i metalli. Parliamo della sega circolare, che in base alla tipologia di materiale su cui lavorare ed al suo spessore, si caratterizzerà per potenza del motore e caratteristiche differenti.

Una scrematura, questa, necessaria da farsi perché ciascun utente veicoli la propria scelta verso il modello effettivamente aderente ai propri bisogni. Una sega circolare da banco, ad esempio, si rivelerà l’ideale in presenza di tagli più laboriosi, facendo così passare in secondo piano il fattore ingombro; una portatile, invece, sarà l’optimum per lavori da eseguire in ambienti esterni – in virtù della sua agevole trasportabilità – ma risulterà indicata per lo più laddove il taglio da effettuare sia dritto e lungo, e lo spessore piuttosto contenuto.

Come si vede, dunque, per ogni esigenza è disponibile un apparecchio ad hoc. Importante però è badare in sede di acquisto non solo alle specifiche tecniche dell’apparecchio stesso – che hanno ovviamente un ruolo di primo piano – ma anche agli accessori, che rappresentano una facilitazione del proprio lavoro. E questa guida vuol essere proprio di aiuto nel fornire qualche suggerimento in merito agli aspetti da valutare al riguardo.

Parametri di riferimento per la migliore scelta

Oltre alle caratteristiche tecniche di una sega circolare – prime tra tutte la lama e le sue proprietà – al momento della propria scelta è bene soffermarsi anche sulla strumentazione apposita, ossia sugli accessori, che rappresentano un indubbio miglioramento delle prestazioni della sega circolare stessa. Integrati sul corpo macchina, oppure in dotazione con l’apparecchio, essi sono un valore aggiunto che non può essere trascurato in sede di acquisto.

Ma come scegliere quelli “migliori” per sé? Cosa valutare? Il punto di partenza è dato dalle esigenze di ciascun utente, valido “indicatore” per l’opzione più giusta e confacente al caso proprio. E partendo dalla considerazione che determinati accessori si trovano in ogni dispositivo della tipologia in oggetto, mentre altri sono appannaggio solo di quelli di fascia superiore, la propria scelta “verrà da sé”. L’utilizzatore di turno, cioè, facendo riferimento ai bisogni personali e alla destinazione d’uso della sega circolare – quindi al lavoro che con essa andrà eseguito – potrà con più facilità rivolgere il proprio interesse verso un determinato apparecchio piuttosto che verso un altro. Facciamo un po’ di chiarezza sul punto, esponendo nei due paragrafi che seguono gli accessori della sega circolare più comuni e quelli, al contrario, reperibili esclusivamente nei modelli di fascia alta.

Accessori più comuni

Se non si hanno specifiche esigenze è bene sapere che con l’acquisto di una sega circolare, anche la più economica, si potrà sempre disporre di una serie di accessori. Trattasi infatti di quelli più comuni, dunque praticamente sempre presenti in ogni apparecchio.

Tra questi, non può mancare la protezione della lama, perché lo strumento possa essere in sicurezza anche qualora non venga adoperato, così come la scarpetta – di particolare utilità per coloro i quali non acquisteranno una sega circolare da banco – ossia una sorta di slitta metallica che consentirà di appoggiare l’apparecchio sul piano da lavoro e cominciare ad effettuare il taglio.

La regolazione profondità di taglio e la regolazione inclinazione di taglio, invece, saranno utilizzate rispettivamente per impostare la profondità del taglio stesso, e la relativa inclinazione, la quale ultima può andare da 0° (perpendicolare) a 45°, ma i modelli più innovativi raggiungono anche i 60°. Tra gli accessori più comuni di una sega circolare troviamo anche il coltello divisore, che oltre a proteggere la lama funge pure da “indicatore” per il taglio da eseguire, e il pattino guida, tramite cui è possibile eseguire tagli paralleli ad uno spigolo “pregresso”. La battuta parallela, infine, è un accessorio tramite cui il taglio può essere scelto nella misura desiderata ed eseguito con linearità.

Accessori meno diffusi

Sono meno diffusi, o meglio appartenenti solo a quei modelli di fascia medio-alta, e quindi da considerare solo laddove sussistano ben precise necessità che li “giustifichino”. Diversamente, infatti, optare per una sega circolare fornita della strumentazione più frequente si rivela comunque un’ottima scelta.

Parliamo innanzitutto della guida laser, che va a prendere il posto di quella analogica negli apparecchi appunto più avanzati, e che prevede una guida laser sul carter: grazie al raggio propagato sul piano da tagliare è possibile seguire il “segno” del taglio. Di grande utilità sono poi i binari, da fissare sul predetto piano da tagliare e con cui il taglio è netto e pulito, mentre una ventola anteriore – il cosiddetto soffiatrucioli – permette di disporre di una superficie sempre pulita e priva di polvere e trucioli, e di usufruire di un taglio agevolato.

Conclusioni

I criteri di scelta di una sega circolare con accessori “seguono” le personali necessità, che indicheranno l’acquisto più opportuno. Ovviamente, maggiore sarà il numero di accessori a corredo di una sega circolare, maggiore sarà il costo della stessa, un aspetto di cui tener conto per avere una panoramica quanto più precisa possibile. A livello indicativo possiamo individuare tre fasce di prezzo, da quella più economica a quella più elevata, con un intervallo compreso tra cifre inferiori a 100 Euro circa e cifre superiori a 250 Euro circa. Brand come Einhell e Black & Decker, così come Bosh e Makita, sono alcuni nomi da tener presente per il proprio acquisto.

Fondamentale in ogni caso, a prescindere da quella che sarà la propria scelta finale, è non tralasciare nella scelta stessa gli accessori, che a dispetto di quanto talora si potrebbe dire, svolgono un ruolo che va loro riconosciuto. Vale poi la pena di aggiungere, chiudendo così la nostra trattazione sull’argomento, che molte aziende del settore offrono agli acquirenti la visiera e i guanti.

Creativa e fantasiosa, ma anche riflessiva e determinata. Laureata in Giurisprudenza “atipica”, seguo e coltivo i miei sogni e le mie effettive ambizioni, emersi preponderatamente. Appassionata di scrittura e “curiosa” di ogni piccola grande novità tecnologica – così come  degli articoli di utilizzo quotidiano – fornisco agli utenti utili consigli in merito a prodotti che possono semplificare, migliorandola, la vita di tutti i giorni. Per un aiuto in quella che è la scelta più rispondente alle proprie esigenze.

Back to top
menu
Migliore Sega Circolare