Guida alla scelta di una sega circolare per hobbistica: cosa valutare? Consigli e prodotti migliori per costi e marche

La si usa per eseguire soprattutto tagli rettilineima anche longitudinali – di materiali come legno, plastica o metallo: la sega circolare è un utensile che prende il nome dalla forma del disco di cui è fornita (appunto circolare) che ruota mentre effettua i predetti tagli, precisi e rapidi. Elementi, questi, che ne fanno un apparecchio molto “ricercato” ed apprezzato, in tutte le molteplici versioni messe a disposizione dal mercato. Sono infatti diversi i modelli tra cui poter scegliere, ognuno dei quali si rivela maggiormente adatto per determinate situazioni e lavorazioni. Ed il primo passo da compiere prima di procedere all’acquisto è proprio quello di determinare la tipologia di progetto a cui è destinato la sega circolare, per poi veicolare l’acquisto stesso in quella direzione; progetto – il predetto – prettamente di natura lavorativa oppure legato al fai da te, e a tutti quei piccoli lavori domestici che richiedono comunque dedizione ed impegno. Questa guida vuole dedicarsi all’analisi della seconda categoria menzionata, ossia quella che vede come protagonista la sega circolare per hobbistica, illustrandone le principali caratteristiche da valutare.

Tipologia di apparecchio

Chi è solito dedicarsi alla lavorazione del legno per passione, realizzando gradevoli accessori o elementi di arredo, troverà nella sega circolare uno strumento di estrema utilità, tramite cui poter semplificare la lavorazione stessa, ottenendo risultati precisi e puliti senza utilizzare le forze fisiche oltre il normale. E ciò spiega la grande versatilità del dispositivo in esame, il cui uso non è “limitato” – come talora si potrebbe pensare – ad un ambito esclusivamente lavorativo.

Ma qual è, nello specifico, la sega circolare per hobbistica? A cosa ci si riferisce? Generalmente un apparecchio di questa tipologia è un apparecchio da banco così come una troncatrice manuale, entrambi presenti in commercio sia nella versione dedicata a questo specifico settore – oggetto della nostra trattazione – che in quella destinata a rispondere ad esigenze squisitamente professionali, o a lavori comunque più “corposi”. Ma andiamo ad esporre, nei paragrafi che seguono, i tratti distintivi dell’uno e dell’altro strumento.

In particolare: la sega circolare da banco

Generalmente adoperata per eseguire tagli rettilinei in lunghezza del legno, ma anche per lavorare il metallo o la plastica, la sega circolare da banco si caratterizza per la presenza del piano di lavoro, o tavolo, poggiato o fissato al banco. E sotto a detto tavolo è collocata una lama circolare, regolabile in altezza, così da poter sporgere dal piano di lavoro ad altezze differenti, in base alle necessità di colui che utilizza il dispositivo. Il legno da sottoporre a taglio è fatto scorrere in senso orizzontale sul piano d’appoggio, per poi essere tagliato in due parti: il risultato è un lavoro impeccabile e preciso, che non delude.

Un utilizzo professionale della sega circolare da banco richiede prestazioni superiori, come ad esempio una migliore qualità dei materiali, ed una cifra da spendere di conseguenza maggiore. Ma se l’utilizzo è destinato, come nel caso in oggetto, al fai da te, dunque si acquista una sega circolare per hobbistica, allora ci si potrà indirizzare anche verso modelli di costo più conveniente, che offrono comunque prestazioni ottimali, indicate anche per i soggetti più esigenti.  Sono sì da registrare determinati “limiti”, come ad esempio un assemblaggio non proprio “ad hoc”, e le conseguenti oscillazioni da esso dipendenti, ma siamo in presenza di un prodotto in ogni caso dalla discreta qualità strutturale, adatto per un uso non intenso. Un prodotto che, tra l’altro, può pure essere fornito di prolunghe laterali da poter aggiungere al banco, tramite cui lavorare materiali di dimensioni anche maggiori.

Ci saranno, ovviamente, determinate caratteristiche che non potranno essere trascurate in sede di acquisto, come la potenza, espressa in watt, dal momento che un modello potente a sufficienza consentirà il taglio anche del legno di maggiore durezza o di altri materiali con impiego di minore fatica. La lama che caratterizza una sega circolare per hobbistica va in genere dai 140 mm ai 190 mm, con una profondità di taglio, in base agli specifici modelli, dai 35-40 millimetri ai 70-100 millimetri. Di rilievo sono inoltre i binari per l’esecuzione del taglio dei pannelli senza alcuna problematica, mentre gli hobbisti particolarmente esigenti – alla ricerca della massima precisione – non potranno rinunciare alla guida laser, attraverso la quale è possibile ottenere un taglio assai meticoloso. Immancabile, infine, dovrebbe essere l’attacco per aspiratore, che assicura una superficie pulita e priva di trucioli e polvere, come pure un taglio di maggiore comfort ed efficacia.

Mini sega da banco e troncatrice

Anche la mini sega da banco e la troncatrice rientrano nella tipologia della sega circolare per hobbistica: vediamo brevemente di cosa si tratta.

Deputata essenzialmente al modellismo e a quei lavori di precisione su pezzi di piccole dimensioni, la prima si caratterizza per una grande precisione nel taglio, superiore a quella propria degli apparecchi “ordinari”. E ciò nonostante si collochi in una fascia bassa di prezzo. Adoperata per lavorare il legno, e per ottenere tagli sia dritti che obliqui, la troncatrice si distingue nelle due versioni elettrica e manuale, a seconda della tipologia di lavorazione necessaria. Nel caso in questione, il modello di interesse è quello manuale, indicato appunto per gli appassionati del settore e per gli hobbisti, dediti alla creazione di piccoli progetti “casalinghi”, come ad esempio quello di una cornice, nonché al modellismo, specie quello navale. Ma detto modello si rivela adatto anche per tagliare plastica o metallo, il che spiega il suo utilizzo da parte di orologiai o altri professionisti che costruiscono o riparano oggetti meccanici ed elettronici di piccole dimensioni.

Prezzi e marche specializzate

Quali sono i costi di una sega circolare per hobbistica? E quanto sono accessibili? Per quanto concerne la sega circolare da banco, ci si muove in un range compreso all’incirca tra 100 e 450 Euro, a seconda del singolo modello di riferimento e delle sue caratteristiche. Analogo discorso per la troncatrice, che può avere un prezzo inferiore a 100 Euro, ma anche ad esso superiore (pure di molto). La scelta, come sempre, sarà subordinata alle proprie esigenze, nonché al budget che si vuole impiegare. Concludiamo la trattazione citando alcuni affidabili brand verso cui veicolare l’acquisto: Bosch, Ryobi, Einhell, così come DeWalt, Dexter, COMPA, sono alcuni suggerimenti in tal senso.

Creativa e fantasiosa, ma anche riflessiva e determinata. Laureata in Giurisprudenza “atipica”, seguo e coltivo i miei sogni e le mie effettive ambizioni, emersi preponderatamente. Appassionata di scrittura e “curiosa” di ogni piccola grande novità tecnologica – così come  degli articoli di utilizzo quotidiano – fornisco agli utenti utili consigli in merito a prodotti che possono semplificare, migliorandola, la vita di tutti i giorni. Per un aiuto in quella che è la scelta più rispondente alle proprie esigenze.

Back to top
menu
Migliore Sega Circolare